miracolo Sant'antonio
miracolo Sant'antonio
in

Sant’Antonio, «miracolo» negli Usa bimbo muto dice la sua prima parola

Era muto, pronuncia «mamma». Lo scrive il rettore della Basilica su Facebook

PADOVA – Antonio è il santo della parola, della parola annunciata, della parola potente, che crea e distrugge. E infatti nella prima ricognizione e traslazione del corpo avvenuta l’8 aprile 1263, San Bonaventura, allora superiore generale dei francescani che presiedette la cerimonia, si accorse che la lingua del Santo era rimasta incorrotta dalla sepoltura del 1231. Un miracolo, che a distanza di 700 anni ne chiama un altro, sempre legato al «verbo»: un bambino di 8 anni, muto dalla nascita, ha pronunciato la sua prima parola dopo una supplica rivolta a Sant’Antonio. Ha detto: «Mamma». Lo racconta su Facebook padre Enzo Poiana, rettore della basilica di Padova, ora in missione pastorale in Massachusetts con una reliquia del Santo insieme a padre Alessandro Ratti. L’evento eccezionale sarebbe accaduto lo scorso fine settimana, dopo la messa e la processione celebrate a Springfield. «Un miracolo ancora da verificare — è il post di padre Poiana —. Un bambino di 8 anni, che non ha mai detto una parola, ha chiamato la mamma. Le cose sono andate così: una coppia di coniugi è venuta a venerare la reliquia e quando (i due) sono stati invitati a scrivere una preghiera e a depositarla davanti alla reliquia del Santo hanno pensato di affidargli il bambino e i suoi genitori, che sono amici loro. Così nello stesso tempo il bambino a casa ha detto per la prima volta “mamma”.

Il fatto è emerso solo lunedì, quando la madre del bambino e la donna che ha messo la preghiera (davanti alla reliquia) si sono incontrate al lavoro. La donna ha detto alla madre quello che aveva fatto e la mamma in lacrime ha detto alla donna quello che era successo (cioè che il figlio aveva parlato, ndr). Confrontando gli orari, corrispondevano. Sabato vedrò il bambino e i suoi genitori». Con un secondo post sempre su Facebook, il rettore della basilica di Sant’Antonio precisa: «Il presunto miracolo sarebbe avvenuto in Massachusetts e non a Padova. Non posso dire di più finchè non incontrerò i genitori del bambino, che verranno sabato o domenica, perché non abitano qui vicino. Meglio usare un po’ di prudenza. La mia voleva essere solo una comunicazione di quanto il parroco e il diacono della chiesa dove mi trovo mi hanno detto. E cioè che il piccolo non aveva mai parlato prima». L’episodio ricorda «il miracolo del neonato che parla» (ritratto da Tiziano Vecellio nella Scoletta del Santo), accaduto a Ferrara, dove Antonio diede la parola a un infante perchè scagionasse la madre dalle accuse di infedeltà rivolte dal marito.

«Prima di parlare di nuovo miracolo ci andrei cauto — riflette padre Luciano Bertazzo, direttore del Centro studi antoniani — però ricordiamoci che il Santo concede mille grazie al giorno. Certo, sono diverse dai miracoli, eventi straordinari che vanno oltre il sapere scientifico e devono essere validati da una commissione tecnica e poi dall’autorità ecclesiastica, però testimoniano la presenza viva del Santo tra la gente. E infatti sono migliaia gli ex voto di ringraziamento portati in basilica da fedeli che hanno ottenuto la grazia (i frati li cambiano spesso sull’Arca del Santo, riponendo gli altri in un magazzino, ndr). Voglio ricordare quelli lasciati nell’800 da persone in sedia a rotelle che sono uscite dal santuario di Padova camminando. Antonio è l’uomo della parola, che scaturisce dalla capacità di ascoltare i grandi silenzi». Ed è uno dei santi più conosciuti e amati al mondo. Le sue reliquie sono venerate da milioni di fedeli. Sia quelle custodite in basilica, nell’omonima cappella (la lingua, che venne rubata nel 1991 da Felice Maniero, il boss della Mala del Brenta deciso a usarla per imporre allo Stato di venire a patti; il mento; le corde vocali; e l’indice della mano destra, usato dal predicatore per indicare ai fedeli la meta finale, cioè il paradiso), sia la «massa corporis » (parte delle ossa), riposta in reliquiari portati in missione pastorale nel mondo. E donati ad alcune chiese dedicate ad Antonio. Proprio una di queste sembra aver fatto il «miracolo americano». Ma ora si aspetta la conferma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

papa-francesco-piccolo

ALBUM PRIVATO DI PAPA FRANCESCO

papa 80 anni

Il Papa compie 80 anni e festeggia coi senzatetto